Donne, arriva la pillola a basso dosaggio

Scritto da: -

Da qualche settimana è disponibile in farmacia la nuova pillla anticoncezionale a basso dosaggio e basso prezzo destinata a rivoluzionare il mercato.Estinette, questo il nome della pillola anticoncezionale a basso dosaggio, promette un'efficacia totale contro le gravidanze indesiderate e allo stesso tempo effetti collaterali ridotti al minimo: si tratta infatti della prima pillola anticoncezionale generica che costa il 40% in meno delle altre giò presenti sul mercato.  Estinette costa 6,75 euro e permette un risparmio annuale variabile tra i 53 e gli 86,72 euro.  Estinette appartiene alla famiglia dei farmaci generici, medicinali equivalenti ai prodotti che si fregiano di un nome commerciale ma che contengono esattamente gli stessi principi attivi e che possono essere messi in commercio in quanto equivalenti al prodotto originale di cui è scaduto il brevetto.  La pillola a basso dosaggio contiene gestodene come principio attivo che, essendo il più tollerato dalle donne, non provoca effetti indesiderati per cui non comporta effetti negativi sulla libido né rischi di irsutismo, acne, ritenzione idrica con gonfiore e cellulite.  pillolaEstinette, questo il nome della pillola anticoncezionale a basso dosaggio, promette un'efficacia totale contro le gravidanze indesiderate e allo stesso tempo effetti collaterali ridotti al minimo: si tratta infatti della prima pillola anticoncezionale generica che costa il 40% in meno delle altre giò presenti sul mercato.

Estinette costa 6,75 euro e permette un risparmio annuale variabile tra i 53 e gli 86,72 euro.

Estinette appartiene alla famiglia dei farmaci generici, medicinali equivalenti ai prodotti che si fregiano di un nome commerciale ma che contengono esattamente gli stessi principi attivi e che possono essere messi in commercio in quanto equivalenti al prodotto originale di cui è scaduto il brevetto.

La pillola a basso dosaggio contiene gestodene come principio attivo che, essendo il più tollerato dalle donne, non provoca effetti indesiderati per cui non comporta effetti negativi sulla libido né rischi di irsutismo, acne, ritenzione idrica con gonfiore e cellulite.

Una novità che potrebbe aprire le porte ad un tipo di contraccezione più ragionata e sicura se è vero, come sostiene il Censis, che in Italia la pillola è usata solo dal 20,9% delle donne mentre il coito interrotto è la prima scelta (31,6%) seguito dal preservativo (28,4%). Da sottolineare che il 10% delle italiane dichiara di affidarsi al caso e un 3,2% delle donne del BelPaese di scegliere i dispositivi intrauterini; i metodi naturali calamitano l'attenzione del 4,2% delle donne.

Vota l'articolo:
1.00 su 5.00 basato su 1 voti.