Marissa Mayer: a capo di Yahoo! nonostante la gravidanza (paese che vai...)

Scritto da: -

Mentre la Mayer viene eletta nuovo amministratore delegato Yahoo! nonostante la gravidanza, la Minetti e la Santanchè perdono tempo a lanciarsi dardi avvelenati. Paese che vai usanze (diverse dalle nostre) che trovi.

marissa-mayer.jpg

Marissa Mayer, nuovo amministratore delegato Yahoo!

Mentre la Santanchè sentenzia che la Minetti non è adatta alla politica e la Minetti si offende perché la Santanchè tempo fa l’aveva affiancata a Nilde Iotti e ora ha cambiato idea, a me viene da evidenziare tre aspetti fondamentali.

Il primo è che in altri Paesi, diverso dal nostro, certe discussioni non verrebbero neanche lontanamente sfiorate in povertà di contenuti da due protagoniste della politica. Perché, signore e signori, La Santanché e la Minetti questo sono: due personaggi di spicco della politica italiana, con poteri decisionali e responsabilità di varia natura come, per esempio, rappresentare il genere femminile italiano.

Ma le comari professioniste ci sono anche alle alte sfere, evidentemente e quanto darei per spararmi con loro sessioni di pettegolezzi sui capelli di quella e sugli scandali di quell’altra e su quel botulino venuto così male e su quello spacco un po’ troppo osé perché, a differenza loro, potrei permettermi di farlo (se solo mi interessasse). Sono certa che nei palazzi del potere politico italiano ci siano anche donne con veri meriti, cariche di impegno e dedizione e competenza, tese al cambiamento e alla crescita di questo Paese e tutta la mia empatia va a loro, pensando a quanto debbano soffrire davanti a una Minetti che dichiara di volersi dimettere perché è LEI a non volere il vitalizio dalla Regione Lombardia e non perché TUTTI la stanno (neanche troppo gentilmente) accompagnando alla porta.

Del resto, Minetti, tu li conoscevi (biblicamente?) bene gli alti esponenti politici con i quali ti sei mescolata e saresti stata più furba a toglierti dai giochi prima che la nave affondasse così miseramente. Il tuo gesto di “voler rinunciare al vitalizio” a questo punto, non è stoico ma doveroso.

Il secondo aspetto che vorrei evidenziare è che in Paesi dove le donne sono riuscite davvero a ottenere il rispetto che meritano, signore come Marissa Mayer vengono scelte come giovane amministratore delegato di aziende tipo Yahoo! e quando, dopo aver battuto Ross Levinsohn convincendo il board aziendale d’avere la strategia più vincente, ha comunicato agli stessi d’essere incinta di un maschietto che nascerà a ottobre, nessuno ha battuto ciglio. Anzi, è stato confermato il suo mandato (cominciato da qualche giorno) e colei che fu la prima donna ingegnere di Google ora è la donna più giovane in una posizione apicale di una società web. Pensare che da noi le farebbero mobbing.

Terzo aspetto di fondamentale importanza è che Minetti e Santanchè per sperare un giorno, forse, di poter tornare ad avere una certa autorevolezza, dovrebbero cominciare con l’astenersi da dire parole come, ad esempio, Yahoo! soprattutto se nelle loro vicinanze ci sono dei fotografi. Cominciamo dalle cose semplici, tipo avere un viso rassicurante, ma capisci che siamo lontani dalla Mayer?

Marissa Mayer Nicole Minetti Daniela Santanchè

Vota l'articolo:
3.60 su 5.00 basato su 5 voti.  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Mondodonna.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Donna di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano